*** Acquista online fino al 4 giugno *** Acquista online fino al 4 giugno *** Acquista online fino al 4 giugno 

Cella Grande

Nel XVI secolo, l’Abbazia di San Marco sorse sulle rovine della Cella di San Michele, con diritto di pesca sul lago di Viverone e produzione vinicola. Il nome della cantina deriva dalla parte più antica della struttura detta “Cella di San Michele”, una cappella votiva costruita tra l’XI e XII secolo di cui si conserva parte della struttura romanica originale ed il campanile in pietra. I monaci che abitavano l’Abbazia erano soliti dedicarsi alla viticoltura e alla produzione divino da una varietà di uva bianca antica e autoctona chiamata “Albalux” coltivata ancora oggi dopo secoli con il nome di Erbaluce, alla base della denominazione Erbaluce di Caluso DOCG. Successivamente, l’Abbazia, acquisita da nobili nel 1518, nel 1798 divenne dimora privata. Roberto Bagnod, affascinato dalla viticoltura, rilevò l’abbazia nel 2017, rivitalizzando la produzione di vini pregiati. In particolare, l’Erbaluce invecchia all’interno del cuore della vecchia abbazia, proponendosi come ottimo vino d’invecchiamento. Insieme all’Erbaluce, altra denominazione valorizzata è la Carema DOC, da uve del vitigno Nebbiolo, nelle varietà locali Picutener e Prugnet. Oggi la Cantina Cellagrande continua la tradizione monastica in un resort unico, luogo di accoglienza e di biodiversità.

Contatti

Via Cascine di Ponente, 21
13886 Viverone, Biella